Navigazione veloce

A scuola d’estate sul lago di Varese

(video)

Dal 30 luglio al 1 agosto un gruppo di studenti del Tosi ha vissuto l’esperienza di un Campus estivo dedicato alla Vela realizzato con il contributo dei Fondi Strutturali Europei dei PON (acronimo di  Programma Operativo Nazionale) messi a disposizione dall’Unione Europea per dare alle scuole italiane la possibilità di accedere a risorse comunitarie aggiuntive rispetto a quelle rese disponibili dal Governo nazionale, al fine di migliorare il sistema nel suo complesso.

Il Campus sportivo in forma residenziale a Laveno/Leggiuno ha previsto attività di navigazione su barche con istruttori qualificati della scuola TOP VELA diretta dal pluri campione Tiziano Nava di Laveno, che hanno insegnato agli studenti l’arte del navigare.

La base residenziale del Campus è stata a Santa Caterina del Sasso presso Villa Bassetti, messa a disposizione dalla Fondazione Merlini.

Accompagnati dalle docenti Sara Barlocco ed Enrica Semoventa e con la collaborazione delle professoresse Alessandra Pellai e Claudia Dalla Valle, i ragazzi hanno appreso i fondamentali per guidare una barca vela, hanno scoperto l’arte dei nodi, hanno imparato a orientarsi sul lago e a riconoscere e seguire i venti, imparando anche a costruire un anemometro.

A contatto con la natura hanno appreso quanto sia importante il ruolo di ogni singolo in un equipaggio e, quindi, in un gruppo che condivide un obiettivo.

 Lo sport della Vela, infatti,  

  • promuove particolari valori educativi che possono essere trasferiti nella vita quotidiana: pazienza ( nel caso di bonaccia); adattamento ( nel caso di continue variazioni di direzione del vento); condivisione in spazi stretti; attenzione ( rispetto verso il lavoro degli altri); consapevolezza dei propri limiti
  • favorisce il rapporto con il proprio corpo attraverso la gestione della fatica, delle proprie energie, dell’abbigliamento
  • aiuta le dinamiche relazionali ( gestione del giudizio degli altri, capacità di fare gruppo,, di creare alleanze, di negoziare,  di trovare strategie di sopravvivenza
  • stimola il rapporto con l’ambiente naturale in un mondo spesso caratterizzato per gli adolescenti  da virtualità: sapersi orientare, gestire l’imprevisto, gestire lo spazio e il tempo…