Navigazione veloce

31 maggio 2018 – Debate all’Arengario di Monza

monza

Due giornate di dibattito a Monza, il 30 e il 31 giugno, organizzate dall’ISS Mosè Bianchi in memoria della professoressa Amato.

Vi hanno partecipato 20 scuole della Rete Wedebate provenienti da tutta Italia 

Gli 88 debater si sono incontrati e confrontati dibattendo se è giusto che gli studenti che praticano sport agonistici abbiano un curriculum personalizzato; sull’opportunità di anticipare il voto a 16 anni; sull’affidamento della gestione a privati del patrimonio artistico culturale dello stato.

Il Tosi è stato presente con due squadre 

La squadra Blu – composta da Chiara Michelotto( 5DF), Sofia De Matteis (3FR), Giulia Dell’Acqua ( 4AI quadriennale) – si è classificata al secondo posto; la squadra Red – con Mirko Tessari (3BR), Alice Stellini ( 4AR), Federica Ferrario ( 2AI quadriennale) ha ottenuto un bel quinto posto.

La nostra scuola è la Capofila della Rete Wedebate, fondata proprio con il Mosè Bianchi e altre quattro scuole, nel 2012. Oggi nella Rete ci sono 70 scuole che praticano e diffondono il Debate per sviluppare nei ragazzi la capacità di parlare in pubblico con argomentazioni solide, con capacità di ascolto e confutazione, nel rispetto reciproco della diversità di idee e posizioni.

Una modalità di discussione gestita con regole precise che si propone di ri-avvicinare i giovani alla discussione civile e politica nella logica della cittadinanza attiva, partecipata e responsabile.

Complimenti agli studenti del Liceo Ferraris di Varese, primi classificati nella finale che si è disputata nella cornice suggestiva dell’Arengario di Monza.

Un applauso ai nostri debater per la loro performance e per la passione e l’entusiasmo con cui dibattono 

monza

monza

monza